Per visitare il Parco,
la miglior via è...
vaiasinara
Parco Nazionale dell'Asinara
Area Marina Protetta "Isola dell'Asinara"
immagine parcoasinara
  • CEAS.INARA - CENTRO ED. AMBIENTALE E SOSTENIBILITA'

1768: Il tentativo dei Velixandre

Quando la Sardegna nel 1720 passò ai Savoia, l’Asinara cominciò a popolarsi con pastori provenienti dalla Corsica e rifiutati dai sardi della Gallura e del Logudoro. Anche la tonnara di Trabuccato, in funzione da secoli e temporaneamente dismessa, riprese la sua produttività. Si arrivò in quel periodo a circa 100 abitanti, tra pastori, pescatori e torrieri. Uno dei più clamorosi tentativi di colonizzazione avvenuti nel passato fu quello dei fratelli francesi Gioacchino e Felice Velixandre. I due, speculatori di professione, fecero di tutto pur di avere la concessione dell’isola dal Governo Sardo, col preciso impegno di popolarla e colonizzarla. E’ stata sempre questa la storia dei Sardi, sempre incapaci di valutare le risorse locali, sempre animati dal desiderio di trovare un colonizzatore capace di farli rinascere. Insomma, nel 1767, i due francesi vararono il primo piano dell’isola dell’Asinara; i Velixandre allontanarono i 69 abitanti locali e vi insediarono 150 coloni francesi, i quali, però, si arresero alle difficoltà ambientali e agli imbrogli dei due fratelli che rinunciarono,nel breve volgere di due anni, al tentativo di colonizzazione.